ARTICOLI

Rialzo dei tassi ed economia di guerra: prospettiva di lungo periodo

Controllo del rischio di mercato, Mercati Finanziari

Le scelte di una gestione di portafoglio flessibile

30 mar, 2022

Nel suo articolo "Quale strategia difensiva hanno adottato i vostri gestori contro i ribassi del mercato?", Eugenio De Vito si è concentrato sull’importanza di proteggere dai crolli del mercato con un focus sul modello di remunerazione di 4Timing SIM correlato a questa capacità. Il mio obiettivo ora è, invece, raccontarvi come si stanno comportando in tal senso le nostre gestioni sistematiche, alla luce degli ultimi avvenimenti di mercato.

Buttando l’occhio su una delle tante newsletter che ricevo da parte degli asset managers leggo: “Poiché a breve termine non è prevista alcuna recessione, riteniamo che non sia il caso di adottare un approccio avverso al rischio. Gli operatori del mercato dovrebbero preservare pazienza e investimenti.”

L’atteggiamento di 4Timing SIM è radicalmente opposto. Le nostre gestioni flessibili presentano investimenti azzerati su quasi tutte le linee di investimento allo scopo di contenere il rischio, con alcune eccezioni. Vediamo insieme quali assets abbiamo evitato e su quali abbiamo continuato a puntare e il perché.

Scopri il metodo 4Timing SIM per la protezione del rischio di mercato del tuo patrimonio. Saremo lieti di rispondere a tutti i tuoi quesiti 👇

CONTATTACI

Partiamo dal mercato obbligazionario. Le nostre gestioni flessibili sono completamente disinvestite dalla prima metà di ottobre 2021. Il debito mondiale è cresciuto a livello esplosivo negli ultimi anni, prima per effetto della pandemia e ora a causa della crisi ucraina e il conseguente aumento delle spese per l’energia e per la difesa.

Un debito così elevato per essere gestibile richiede rendimenti reali negativi. Inoltre, i rendimenti delle obbligazioni con premio al rischio (high yield, paesi emergenti e corporate) presentano rendimenti molto compressi che, a nostro avviso, non giustificano i rischi a loro connessi.

Un contesto di mercato di questo tipo non lascia molto spazio al mercato obbligazionario.

Sul lato azionario, nelle linee flessibili azionarie globali e nella linea settoriale, l’unica asset class su cui continuiamo a mantenere esposizione, per una quota marginale del totale, è quella relativa ai settori energetico, aurifero e delle materie prime.

I prezzi delle materie prime (alluminio, rame e uranio, …) sono stati in costante rialzo fin dalla seconda metà del 2020 e hanno proseguito per reazione all’invasione dell’Ucraina, riflettendo il rischio di interruzioni delle forniture. I prezzi del gas naturale europeo si sono impennati quasi del 40% dopo che le notizie relative alle restrizioni legate al periodo bellico hanno destato preoccupazioni per possibili carenze di energia.

La situazione è dinamica e le incertezze sui prezzi ci invitano comunque a restare prudenti.

La restante parte del portafoglio dei nostri clienti che hanno sottoscritto le linee trend following non ha assunto esposizioni già da prima dello scoppio della guerra Russia-Ucraina, e ciò ha consentito loro di evitare la pesante volatilità e preoccupazione del mercato. 

Alla base di una buona relazione con il cliente finale, riteniamo ci debba essere un’adeguata profilazione del suo grado di rischio.

Va da sé che non sia una scelta sbagliata suggerire a determinati clienti un’esposizione continua e completa ai mercati se sono in grado di sostenere psicologicamente e finanziariamente le oscillazioni, in quanto, proiettati in un’ottica di lungo termine, si troveranno poco destabilizzati da turbolenze come quelle che stiamo vivendo.

Tuttavia, per i clienti maggiormente avversi al rischio, sarebbe certamente un errore assumere le stesse decisioni di investimento anziché fornir loro una soluzione alternativa, più cauta, che consenta di proteggere dalla volatilità e dagli shock.


Per concludere, 4Timing SIM crede fermamente che l’approccio vincente sia la combinazione fra due ruoli fondamentali: quello del consulente, che individua le reali necessità del proprio cliente, e quello del gestore, che fornisce le risposte adatte in base ad esse. Non si tratta di “pazienza” ma di un gioco di squadra attento e coordinato che il conflitto e le sanzioni ad esso collegate hanno provocato.

Scritto da

Sara Giugiario
Sara Giugiario

Durante la carriera universitaria intrapresa presso l'Università degli Studi di Torino, Sara Giugiario è entrata in contatto - quasi per caso - con 4Timing SIM per svolgere uno stage curriculare. Spinta dall'interesse per il settore e colpita dalla realtà dinamica incontrata, ha preparato la tesi magistrale in Finanza aziendale e mercati finanziari affiancata dalla società. La volontà di affrontare le sfide in una realtà in rapido mutamento e lo spirito di iniziativa, le hanno permesso di unirsi al team nel 2012. Atipicamente rispetto al mercato del lavoro di oggi, è cresciuta nel contesto in cui continua a operare, grazie all'opportunità di sentirsi parte integrante di esso e di aver vissuto il cambiamento dell’azienda dall'interno, curandone a 360 gradi i passaggi che hanno portato all'evoluzione da società di Consulenza a Sim nel 2016. Oggi coordina le Gestioni sistematiche della Sim, è responsabile del middle office e della fund selection.

Vai alla scheda dell'autore